Quando mancano i funghi? Raccogliamo le erbe selvatiche

2014-02-08 09:27:32

Capita spesso in questo periodo di andar per funghi e tornare a casa con pochi esemplari. Vuoi perché la vegetazione fungina in questa stagione non è eccezionale, vuoi perché le condizioni climatiche ne hanno limitato la crescita, sta di fatto che i “fungaioli” spesso tornano a casa coi panieri vuoti. È vero che una passeggiata nei boschi o nei prati fa sempre bene alla salute ma è anche vero che è bene, una volta usciti con la speranza di portare a casa qualcosa da mangiare, trovare un’alternativa alla mancanza di funghi. La natura ci offre infatti tanti prodotti che fanno bene alla salute e tra questi un posto di eccellenza lo hanno sicuramente le cosiddette erbe officinali. Ve ne presentiamo due che si trovano in questi mesi, soprattutto al sud del nostro paese: Borrago officinalis e Sonchus oleraceus. I nomi scientifici diranno poco ai non esperti ed allora diamo anche i nomi locali: Borragine e Grespino o Zucca.

La borragine, i cui fiori vedete nella fotografia in alto, è una piantina ricoperta di una peluria ispida. Predilige le zone centro-meridionali dell’Italia dove forma ampie estensioni. Però è anche presente in Italia settentrionale. Come pianta edule è particolarmente gustosa, soprattutto con gli spaghetti ma è altrettanto gustosa nei minestroni e con altre verdure cotte. Raccoglietela quindi e fatene buon uso.

La seconda pianta, la cui foto vedete in basso, il Grespino comune, è una pianta che si trova in tutta Italia.

Ottima pianta commestibile, allo stato giovanile, cruda in insalata, mista ad altre erbe di campo, oppure lessata, condita con olio e limone o passata in padella.
Questa pianta veniva impiegata in erboristeria per le sue proprietà depurative, diuretiche, epatodetossicanti e sopratutto per la sua azione coleretica (stimolante la bile), ma oggi quasi completamente trascurata.
La radice si usava, una volta tostata, quale miscellanea per il caffè.
Allora perché non presentarvi una ricetta che fa buon uso di tutte e due le piante di cui parliamo oggi? Eccovela:

Caponata di verdure

Ingredienti:

Borragine e Crespino (1kg)
6 cucchiai di olio
4 spicchi d’aglio
50g di acciughe
aceto q.b.
capperi q.b.
pan grattato q.b.
fettine di limone

Preparazione:

Pulire e lavare accuratamente le erbe. Cuocerle in acqua bollente salata, strizzarle e ripassarle in padella per circa 10 minuti insieme all’aglio e all’olio. Spruzzarle di aceto e poi adagiarle su un piatto di portata contornandole con capperi e acciughe. Spolverarci sopra il pan grattato, fatto dorare precedentemente, e decorare con le fettine di limone. Buon appetito!

Tags:

No comments yet.

Lascia un Commento