Come raccogliere e trasportare i funghi

Fa sempre bene ricordare le regole principali stabilite dalle leggi regionali per la raccolta dei funghi e dare consigli utili  sia per la raccolta sia per il consumo, a quanti si recano in montagna.

• Consumare solo i funghi che si conoscono con sicurezza e ai quali sia possibile assegnare il corretto binomio latino (Genere e specie). In ogni caso non consumare alcun fungo a lamelle quando ancora non si conoscono le specie mortali in tutti i loro aspetti di forma e di colore.
• I carpofori devono essere raccolti integri, non tagliandoli alla base del gambo e in buono stato di conservazione.
• Le specie raccolte  è preferibile pulirle sommariamente sul posto.
• Trasportare i corpi fruttiferi in recipienti rigidi e aerati, non in sacchetti di plastica.
• Consumare i funghi entro 24 ore dalla loro raccolta.
• Prima di cucinare i funghi conservare nel frigorifero (non nel freezer) e per un periodo il più lungo possibile, uno o più campioni fungini per ogni specie diversa, in modo da fornire, in caso di intossicazione, un elemento di validissimo aiuto per il Micologo.
• Si eviti tassativamente la raccolta di funghi reperibili in parchi cittadini, lungo le strade trafficate, presso discariche o in campi coltivati e orti dove vengono utilizzati pesticidi.
Si ribadisce infine che:
1) non dovrebbero mangiare funghi persone con disturbi epatici e intestinali o, più in generale, defedate. Così come anziani, bambini e donne in gravidanza o soggetti per i quali siano state individuate forme di intolleranza o vere e proprie idiosincrasie. Per queste persone i funghi, anche i migliori, dovrebbero essere nel modo più assoluto banditi da qualsiasi mensa.
2) Chi per la prima volta determinasse correttamente un fungo edule, dovrebbe escluderlo comunque dalla mensa fino a quando non fosse in grado di riconoscerlo con la massima sicurezza, ossia dopo averlo osservato e studiato in tutti i suoi possibili travestimenti ed essersi recato presso l’ufficio apposito dell’USL per il riconoscimento.

Tags:

One Response to “Come raccogliere e trasportare i funghi”

  1. mario | 23 novembre 2011 at 11:57 #

    anche tu come renzo ti spieghi in modo chiarissimo ciao da mario

Lascia un Commento