Gianni Crocè

Dettagli sull'autore

Nome: Gianni Crocè
Data di registrazione: 7 novembre 2011

Ultimi post

  1. La corretta pronuncia dei nomi del Genere Boletus — 9 settembre 2014
  2. I funghi porcini — 2 settembre 2014
  3. Cianofilia — 7 maggio 2014
  4. Metacromasia — 29 aprile 2014
  5. Siderofilia (carminofilia) — 22 aprile 2014

Post più commentati

  1. Micotossicologia: Sindrome coprinica (Disulfiram simile) — 7 commenti
  2. Micotossicologia: sindrome orellanica — 3 commenti
  3. Micotossicologia: Sindrome psilocibinica (dislettica) — 2 commenti
  4. Come raccogliere e trasportare i funghi — 1 commento
  5. I funghi: gioia e dolori… della tavola — 1 commento

Lista post dell'Autore

set
09
2014

La corretta pronuncia dei nomi del Genere Boletus

Fra tutte le entità fungine cui il neofita rivolge la propria attenzione, certamente le specie del Genere Boletus rappresentano quelle verso le quali maggiormente si interessa. Ciò è dovuto a molteplici fattori: una forte tradizione culturale calabrese, il minimo rischio di intossicazioni dettate dal fatto che non esistono fra i Boleti specie particolarmente pericolose, la …

Continua la lettura »

set
02
2014

I funghi porcini

Con il termine di funghi porcini si suole intendere un gruppetto di macromiceti appartenenti al Genere Boletus, Sezione Edules. Rappresentano la varietà di funghi più ricercata ed apprezzata in Aspromonte per il loro sapore intenso e l’inconfondibile profumo. Come gruppo, sono facilmente riconoscibili: si tratta di boleti a carne bianca immutabile, di sapore dolce, con …

Continua la lettura »

mag
07
2014

Cianofilia

Clitocybe nebularis Con tale termine s’intende la capacità che hanno alcuni elementi fungini (parete sporale, ornamentazioni, parete delle ife) di assumere una tonalità azzurra se posti a contatto con alcuni coloranti quali il Blu cotone o Blu di metile. Tali coloranti si possono fissare più o meno decisamente su queste strutture e, in base a …

Continua la lettura »

apr
29
2014

Metacromasia

Russula xerampelina: Pileocistidi metacromatici in blu di cresile Con questo termine s’intende la capacità che hanno alcuni tessuti di assumere una tonalità diversa da quella che ha il colorante. Tale nome fu coniato nel 1877 non da un micologo ma dal microbiologo tedesco e padre della chemioterapia Paul Herlich. Si deve a Robert Kϋhner, micologo …

Continua la lettura »

apr
22
2014

Siderofilia (carminofilia)

Basidi siderofili di Lyophyllum infumatum Inizialmente nota come Carminofilia in quanto si impiegava come reagente l’acido carminico, fu successivamente corretta in Siderofilia poiché il principale responsabile di questa reazione è il ferro (III) che, fungendo da mordenzante, favorisce una migliore fissazione del colorante (il Carminio) determinando così la comparsa di granulazioni nerastre nei basidi. Per …

Continua la lettura »

apr
16
2014

AMILOIDIA (Reattivo di Melzer)

Spore di Russula peckii   Si indica con questo termine una reazione fra lo iodio e l’amido presente in alcune strutture fungine, l’amido assume in presenza dello iodio un colore azzurro scuro fino a nerastro. L’amido si comporta come un’indicatore, infatti complessa lo iodio in soluzione secondo la reazione: Il reattivo prende il nome del micologo …

Continua la lettura »

set
02
2013

Le macroreazioni nel Genere Lactarius

Lactarius pergamenus Nello studio dei funghi superiori, sono dette “macroreazioni” quelle che possono essere osservate a occhio nudo, consistono in modifiche cromatiche delle diverse parti di un fungo (cuticola, carne, lamelle), o il lattice prodotto dai Lactarius quando vengono a contatto con alcune gocce di una sostanza che funge da reattivo. Alcune reazioni possono ritenersi …

Continua la lettura »

giu
26
2013

Chiave macroscopica di determinazione del Genere Boletus

Boletus aestivalis (foto Jaroslav Maly) I funghi appartenenti a questo Genere assumono, nella cultura e tradizione calabrese, una notevole importanza. Essi, infatti, forse per la relativa facilità del loro riconoscimento, per la bellezza delle loro forme e dei loro colori e per l’assenza di specie veramente pericolose, sono tra i primi funghi ai quali il …

Continua la lettura »

apr
27
2013

Micotossicologia: nuove forme di micetismo

Podostroma cornu–damae Recentemente è stata segnalata in Cina una nuova sindrome correlata al consumo di Podostroma cornu–damae. A tutt’oggi sono stati osservati 13 casi di intossicazione, con 2 decessi, causati dal suddetto fungo. I sintomi iniziali dell’intossicazione comprendevano diarrea, vomito e disidratazione, dopo 3 giorni dall’assunzione del fungo si sono aggiunti anuria, ipotensione, disturbi della …

Continua la lettura »

apr
22
2013

Micotossicologia: sindrome neurotossica tardiva

Hapalopilus rutilans (foto J.Maly) E’ una sindrome molto rara (ad oggi sono stati segnalati solo 3 casi di intossicazione), descritta in Germania alla fine degli anni ’90 ed è causata dal fungo Hapalopilus rutilans (Saviuc P, Flesh F. Acute higer fungi mushroom poisonin and his treatment. Presse Mediale 2003; 32:1427-35). Il quadro clinico compare tardivamente, …

Continua la lettura »

apr
16
2013

Micotossicologia: sindrome encefalopatica

Pleurocybella porrigens E’ stata segnalata di recente in Giappone per il consumo di Pleurocybella porrigens in soggetti che soffrono di insufficienza renale cronica, ipotizzando che le tossine agiscano all’interno di un quadro di nefropatia pregressa ed i cui sintomi sintomi si manifestano dopo 6 ore o più dall’ingestione. La sindrome è caratterizzata, dopo una latenza …

Continua la lettura »

apr
04
2013

Micotossicologia: sindrome di Szechwan

Questa sindrome tossica, caratterizzata da emorragie e porpore emorragiche, si è sviluppata negli Stati Uniti tra il 1970 e il 1980 in seguito al consumo ripetuto di alcuni piatti tipici della cucina cinese. Ingestioni spropositate di una di queste pietanze, il mio po tofu, a base di fagioli, latte cagliato e Auricularia polytricha (= Hirneola …

Continua la lettura »

apr
02
2013

Micotossicologia: sindrome rabdomiolitica

Tricholoma equestre   Si tratta di una sindrome di recentissima acquisizione studiata in Francia per una serie di avvelenamenti avvenuti dal 1992 al 2000. Tutto ebbe inizio il 13 settembre 2001 con una pubblicazione sulla prestigiosa rivista scientifica “The New England Journal of Medicine” per mano di un gruppo di ricercatori dell’Università di Bordeaux (Francia). …

Continua la lettura »

mar
24
2013

Tossicologia: sindrome acromelalgica (eritromelalgica)

Clitocybe amoenolens Nonostante sia stata descritta nel 1918 da Ichimura (Ichimura T. A new poisonus mushroom. Bot Gaz Tokyo 1918; 63: 109-11), questa sindrome è passata inosservata fino ad oggi per il fatto che l’unica specie ritenuta responsabile, Clitovcybe acromelalga (volgarmente chiamato fungo delle ustioni o fungo tossico del bambù), è rinvenibile solo in Estremo …

Continua la lettura »

mar
15
2013

Micotossicologia: sindrome giromitrica

Responsabile di questa sindrome citolitica, molto simile a quella falloidea, è la giromitrina, così chiamata perché presente in grandi quantità in alcune specie del Genere Gyromitra. Giromitrina I funghi responsabili sono tutti rientranti nella Divisione Ascomycota (Ascomiceti) e precisamente: Gyromitra esculenta, Gyromitra gigas, Gyromitra infula e probabilmente anche le altre specie del Genere. Contengono gyromitrina anche …

Continua la lettura »

Post precedenti «